fbpx

Intervista a Loris, viaggiatore amante del Nord Europa

by alzatieviaggia@gmail.com

Ciao, ti va di presentarti?

Mi chiamo Loris e le mie “armi” sono la macchina fotografica, la chitarra e le scarpe da corsa. Entrando in casa mia vi perdereste sicuramente tra le foto di viaggio appese ovunque.

Viaggiare è sicuramente la cosa che mi appassiona di più, ho sempre la testa proiettata verso le possibili future mete, con un particolare richiamo per le terre del nord.

C’è una frase di Enya che credo mi rappresenti: “Carry me on the waves to the lands I’ve never been, carry me on the waves to the lands I’ve never seen

Qual è stato il tuo viaggio più bello?

Senza ombra di dubbio le emozioni più intense le ho provate visitando l’Artico in pieno inverno, nel grande nord nella Norvegia. Durante quel viaggio ho avuto modo di fare esperienze indimenticabili tipiche di quelle regioni, come il giro nei bianchi boschi innevati con la slitta trainata dagli husky, la navigazione nel Mar Glaciale Artico con la tradizionalissima Hurtigruten (è ancora vivido il terrore durante una notte con il mare in burrasca), ma soprattutto l’incontro con Lei, la regina incontrastata delle notti nordiche: l’aurora boreale.

Nulla può eguagliare il momento in cui Lei appare nel cielo scuro, ore di attesa in un freddo pungente vengono spazzate via dal calore dell’emozione per uno degli spettacoli più belli della nostra Terra.

Da quel viaggio sento un costante e assordante richiamo da queste terre, un vero e proprio legame, sono anni che sto rimandando altre mete per tornare sempre là, dove ho lasciato cuore, anima e testa. Un richiamo che tento di celebrare tutti gli anni, come una ricorrenza.

Dove hai assaggiato una cucina memorabile?

Potrò sembrare banale, ma nella zona dell’entroterra toscano ho i ricordi culinari più belli, impossibile dimenticare un piatto di pici con porcini e tartufo accompagnati da un calice di Chianti. Potrei addirittura tornare in Toscana senza macchina fotografica per viverla in modo diverso, magari facendo un tour enogastronomico.

In che regione abiti e cosa consigli di visitare nei tuoi dintorni?

Abito in Lombardia a 15 minuti da Milano, nei dintorni ci sono un sacco di cose da visitare!

A partire da Lainate, la mia città, consiglio la spettacolare Villa Litta. Parafrasando Stendhal per essere breve: “Lainate, un giardino pieno di elementi architettonici. Conviene guardarsi bene dal passeggiare soli a Lainate; il giardino è pieno di getti d’acqua fatti apposta per inzuppare gli spettatori. Posando il piede sul primo gradino di una certa scala, sei getti d’acqua mi sono schizzati tra le gambe.”

Il parco qualche anno fa è stato eletto come il parco più bello d’Italia.

A Milano invece consiglio il Cimitero Monumentale (non spaventatevi, non è macabro, ci sono sculture bellissime) e il nuovo quartiere City Life che ha dei veri e propri modernissimi grattacieli alti fino a 250 metri. Se passate per la Galleria Vittorio Emanuele II non dimenticatevi di schiacciare i testicoli del toro, che porta fortuna!

Da dove nasce la tua passione per i viaggi?

Fin da bambino ho viaggiato molto con la mia famiglia, in particolare mi sono rimasti impressi posti come Cuba e Santo Domingo. Quando ho comprato la mia prima reflex questa passione dei viaggi è diventata sempre più forte, e la voglia di scoprire nuovi posti, tradizioni e culture hanno alimentato questa passione.  Abitando vicino a Malpensa mi capita di vedere gli aerei in fase di decollo, ogni volta chiudo gli occhi e mi immagino lassù pronto per nuove avventure.

Instagram: www.instagram.com/loris__pale

***

Vuoi anche tu essere intervistato? Iscriviti alla nostra newsletter!

0 commento
0

Potrebbe interessarti anche

lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.