fbpx

Asolo, cosa vedere nella città dei Cento Orizzonti

by alzatieviaggia@gmail.com
asolo

Itinerario per visitare Asolo a piedi: come arrivare, dove parcheggiare e cosa visitare

Asolo, tra i borghi più belli d’Italia, è stata definita dal poeta Giosuè Carducci “la città dei Cento Orizzonti”, grazie al panorama mozzafiato sulle colline del Prosecco che la circondano.
Asolo è un luogo ricco di fascino, una piccola gemma risalente al XII secolo e da sempre meta di grandi poeti e personaggi illustri. Uno dei più celebri è stato senz’altro Eleonora Duse, che scelse Asolo come luogo dove rigenerarsi dalle fatiche del palcoscenico e il cui legame divenne così forte da decidere di farsi seppellire proprio qui (la tomba è situata nel cimitero di Sant’Anna all’interno del borgo).

Dove parcheggiare

Ad Asolo i parcheggi non mancano, ma ci sentiamo di consigliarvi soprattutto:

  • l’ampio parcheggio gratuito adiacente all’Ulss 2, a meno di 10 min a piedi dal centro storico;
  • parcheggio coperto “Cipressina”: sempre aperto e a pagamento (circa 150 mt dal centro storico).

Itinerario a piedi


Come tutti i borghi anche Asolo si gira in poco tempo, in quanto le attrazioni principali si trovano tutte molto vicine tra loro. La particolarità di questo bellissimo borgo sta sicuramente nella vista sconfinata verso la Pianura Veneta e i colli Asolani.

Porta Loreggia e Fontana Zen

Il nostro tour inizia tutto in salita. Entrando attraverso Porta Loreggia, sulla sinistra incontrerete subito la Fontana Zen, punto di arrivo dei viandanti che arrivavano nel paese.

fontana-zen-asolo

Via Robert Browning

La via principale di Asolo lungo cui tutto si sviluppa. Ancor oggi negozietti con specialità locali offrono ogni ben di dio, dalle olive al vino, dalle confetture locali ai prodotti di salumeria. Attività, negozi e locali che si alternano lungo la via e che offrono ai turisti un menu variegato tra cui scegliere. Non solo prodotti agroalimentari ma anche opere di artigianato locale.

Piazza Maggiore

È il cuore pulsante di Asolo, spesso adibito a mercatini locali e di antiquariato, dove si radunano i giovani nelle serate in compagnia e dove, soprattutto con l’arrivo della primavera, si respira una costante aria di festa.

piazza-maggiore-asolo

Il Castello

Dovete sapere che Asolo è nota per aver ospitato 3 grandi donne: Eleonora Duse, Freya Stark e Caterina Cornaro. Quest’ultima risiedeva proprio nel Castello, scelto da Caterina in quanto, tra le altre cose, offriva e offre tuttora una delle più belle viste sulle colline trevigiane.

Casa di Eleonora Duse

Lungo Via Canova ad un certo punto incontrerete una casa di colore rosso e bianco. Si tratta del palazzo che venne acquistato da Eleonora Duse. Nella facciata, le parole in corsivo della lapide sono state dettate da Gabriele D’Annunzio, del quale Eleonora fu la Musa.

Cimitero di Sant’Anna

Alcuni cimiteri sembrano quasi più musei che semplici luoghi di riposo e culto e il cimitero è uno di questi. Piccolino con molte lapidi che sembrano opere d’arte e con una vista sui monti davvero unica.

La Rocca

Per salire alla Rocca ci sono due vie. Noi abbiamo intrapreso entrambe ed è ciò che consigliamo di fare anche a voi:

  • la strada principale in asfalto tutta in pendenza, che in circa 20 minuti vi porta fino alla cima passando per campi e aree in mezzo al verde;
  • tramite scalette di sassi (consigliato per la discesa), che in circa 10 min vi riporteranno in Piazza Maggiore.
  • rocca-asolo
  • sentiero-rocca-asolo

Cosa vedere nei dintorni di Asolo:

Bassano del Grappa: a 30 min da Asolo.
Villa di Maser: tra i Patrimoni dell’Unesco; al momento è visitabile solo durante la settimana solo su appuntamento.
Montebelluna e la zona delle colline del Prosecco.

Potresti anche essere interessato a Portogruaro, cosa vedere in una giornata

0 commento
0

Potrebbe interessarti anche

lascia un commento

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.